Intervista con l’Osteopata

sciatica-in-gravidanza2

             Docente presso il dipartimento di Osteopatia in ambito muscolo-scheletrico 

                                    – il CSdOI (scuola di Osteopatia) di Catania e Palermo –

                                                  Responsabile della Clinica di Palermo

 

 

Cosa c’è da sapere sulla sciatica in gravidanza?

 

La sciatica che si manifesta durante la gravidanza presenta delle caratteristiche differenti da quella che colpisce un paziente in condizioni normali; essa comporta una serie di fattori che influenzano il nervo sciatico in modi diversi. Tra questi fattori, in particolar modo vi è l’aumento delle dimensioni dell’utero, del bacino, l’anca di conseguenza crea una pressione su tutti i tessuti molli circostanti, come ad esempio sulle radici nervose e il midollo spinale che si modellano attorno alle strutture ossee della colonna vertebrale.

 

Quali sono le cause?

 

Durante gli ultimi tre mesi di gestazione, l’aumentare del peso della donna e i cambiamenti fisici dell’utero, dell’anca e del bacino, graveranno sulla colonna vertebrale, riducendo l’apertura attraverso la quale passano le radici nervose del nervo sciatico.

 

Qual è la sintomatologia?

 

Tra le componenti sintomatiche di questo disturbo, in particolare troviamo: una componente biomeccanica dovuta ai cambiamenti e, dunque, alle compressioni delle strutture sul nervo sciatico e, una componente muscolare, relativa ad una disarmonia delle catene fasciali legate alla postura.

In entrambi i casi, è possibile riscontrare una compromissione del nervo sciatico che si manifesta con dolore, formicolio o parestesia sull’arto inferiore.

 

 

Da un punto di vista osteopatico qual è il trattamento di questa patologia?

 

Il trattamento, dopo un’attenta indagine sul territorio del nervo sciatico, per comprenderne il punto esatto di compressione, mira al posizionamento corretto della colonna vertebrale in base agli spostamenti del centro di gravità, diffondendo così il peso in modo omogeneo e funzionale. Inoltre, compito dell’osteopata è anche quello di valutare le strutture circostanti (mobilità del bacino, sacro, arti inferiori) nel tentativo di creare un’armonia tra le strutture.

 

Approfondimenti: Osteopatia e gravidanza

 

Bisogna dire in generale che l’osteopatia in gravidanza è molto importante, sia durante che dopo la nascita, sia per la madre che per il feto e poi per il neonato, per diverse ragioni e motivazioni. Per alcune donne ad esempio, il dolore o il disagio riscontrato durante la gravidanza, possono rendere meno felice ed emozionante questo momento.

Gli osteopati grazie ad una accurata valutazione ed al successivo e mirato trattamento, possono alleviare e/o risolvere molti dei disturbi legati ad essa:

  • sciatica
  • mal di schiena generalizzato, lombare o al centro della schiena
  • dolore al collo
  • dolore alle spalle
  • disfunzioni della sinfisi pubica e/o dolore dell’articolazione sacro-iliaca da instabilità

L’obiettivo del trattamento osteopatico in tutti questi casi, è quello di assistere e supportare questo processo naturale, aiutando il corpo a sfruttare le sue migliori capacità per sopperire e regolare le inevitabili trasformazioni che subirà durante i mesi di gestazione.

L’osteopatia si fonda sul concetto che la struttura corporea e le sue funzioni siano strettamente correlate e interdipendenti; anche la gravidanza rientra in questo concetto se appunto, pensiamo che per accogliere il feto in crescita, il corpo subisce enormi cambiamenti più o meno evidenti.

Anche dopo il parto, la figura dell’osteopata può essere risolutiva, alcune donne accusano problemi alla schiena solo in seguito, oppure a causa della postura errata assunta durante la fase di allattamento, a carico della colonna vertebrale. In quest’ultimo caso Il trattamento osteopatico mira alla riduzione del disagio, favorendo un migliore drenaggio linfatico nell’area del seno.

L’osteopatia infine, attraverso una dolce manipolazione è in grado di supportare in tutta sicurezza la donna durante il meraviglioso percorso della gravidanza.

 

Giovanna Gagliano