Osteopatia

L’osteopatia è un sistema di diagnosi e trattamento che pur basandosi sulle scienze fondamentali e le conoscenze mediche tradizionali (anatomia, fisiologia, ect..) non prevede l’uso di farmaci né il ricorso alla chirurgia, ma attraverso manipolazioni e manovre specifiche si dimostra efficace per la  prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano non solo l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, ma anche cranio-sacrale (legame tra il cranio, la colonna vertebrale e l’osso sacro) e viscerale (azioni sulla mobilità degli organi viscerali).

Inoltre a differenza della medicina tradizionale allopatica, che concentra i propri sforzi sulla ricerca ed eliminazione del sintomo, l‘osteopatia considera il sintomo un campanello di allarme e mira all’individuazione della causa alla base della comparsa del sintomo stesso.

 

La medicina osteopatica interviene con trattamenti manuali, fornendo input all’organismo e permettendo di recuperare l’equilibrio del paziene senza alcun ricorso a farmaci.

L’osteopatia è una disciplina ‘globale’ che cura il paziente nella sua unicità. Spesso è considerata una medicina ‘alternativa’, ma in realtà è complementare alle altre discipline.

Tutte le parti dell’organismo, scheletro, muscolatura, nervi, organi, visceri, apparato sanguigno, psiche, per essere in perfetto equilibrio, devono lavorare in sinergia: la salute è proprio questo. Per ridare benessere al paziente si interviene con la regolazione dei complessi sistemi che risiedono, per la gran parte, nella colonna vertebrale, dove sono presenti i centri nervosi regolatori.

L’importanza del benessere della colonna vertebrale è evidente, non esistono movimenti sbagliati, a meno che non si subisca un trauma. È quindi molto importante conservare una buona meccanica vertebrale.

Si parla molto oggi di postura sbagliata, in realtà l’organismo crea degli accomodamenti per poter andare avanti. Se si ha mal di schiena si assume una postura antalgica, e l’osteopata può correggere le cause del problema, che possono essere molteplici: viscerali, muscolo-tendinee, organiche, scheletriche.

L’osteopata consulta eventuali esami diagnostici e clinici del paziente e poi si procede con la visita osteopatica. Individuate le cause del problema, l’osteopata le corregge, utilizzando esclusivamente tecniche manuali. Non è previsto né l’uso di ausili né l’uso di farmaci.

“Il compito di noi osteopati è quello di fornire degli input all’organismo per permettergli di ritrovare l’equilibrio, quindi la salute.”

Perché ricorrere all’Osteopatia?
Si può ricorrere all’osteopata per lombalgie, lombosciatalgie, mal di testa, esiti di distorsioni, vertigini, dolori mestruali, cervicalgie e per altri diversi problemi, come per esempio quelli dell’articolazione temporo-mandibolare.